Favoloso salume calabrese a base di maiale (principalmente le parti grasse) e peperoncino.
Si riconosce per la forma a “panetto”, la consistenza morbida, il colore rosso accesso ed il sapore deciso.
La consistenza del prodotto è sicuramente una caratteristica unica: infatti spalmato su base di pane abbrustolito trovo un accompagnamento eccellente.
E’ sicuramente un salume piccante, che i palati più delicati non sopporteranno più di tanto, va però segnalato che l’nduja più buono è quello in cui prima si sente il sapore del maiale e poi arriva l’onda rossa del peperoncino.
Oltre che sulle bruschette trova giusto utilizzo anche in sughi per i primi oppure utilizzato per riempire delle sfiziose palline di pasta da pizza fritta. Ovviamente è consumabile in tutti i modi che possono venire in mente.
Il legame della Calabria al peperoncino è sicuramente un legame forte, intenso, che si riscontra in un ampia parte della cucina regionale. E’ un legame storico, ultracentenario, che vede il peperoncino come Re delle conserve (per le sue proprietà disinfettanti), fautore della longevità (per gli stimoli al sistema circolatorio) e per le sue doti afrodisiache.
Ed il magico legame fra l’Nduja e il peperoncino è indissolubile, soprattutto insostituibile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marcello [zAv¡]

marcello@biomototurismo.it