Dovendo per vari motivi accellerare il nostro rientro a casa salutiamo ben presto il resto del gruppo per intraprendere il viaggio di rientro, con il cielo azzurro del mattino che nuovamente incornicia la nostra giornata ci dirigiamo verso Arquata del Tronto da dove imboccheremo la strada che porta verso la galleria delle Forche Canapine.

Il richiamo l'altopiano dei Sibillini esercita sui Falchi è assolutamente irresistibile ma è soprattutto la voglia di far vedere questa straordinaria manifestazione naturale alla mia compagna, incuriosita dai miei racconti e dalla infinita passione che mi lega a questi luoghi, che mi fa prendere in considerazione la possibilità di raggiungere il Piano Grande affrontando il valico delle Forche Canapine; Le condizioni meteo improvvisamente cambiate in peggio ed il forte vento che affligge la zona mi fanno cambiare immediatamente idea, trovarmi nelle condizioni che lo scorso anno per poco non spingono Silvano giù da un burrone non incoraggia assolutamente l'ascesa, spingo così velocemente Maia all'interno della lunga galleria  che sbuca nei pressi di Norcia.

Ma una volta al cospetto della strada che protetta dal vento risale verso la magica corona dei monti sibillini il richiamo esercitato dalla regina sibilla si fa irresistibile, uno sguardo complice con la mia straordinaria compagna che per la prima volta si è unita ai Falchi, e spalanco il gas incitando Maia al raggiungimento del valico che immette sul Piano Grande.

 

       

 

       

 

La meraviglia che provo ogni volta che percorro questi selvaggi territori è praticamente la stessa della prima volta che li ho osservati, ma la meraviglia più grande stavolta è quella regalatami dalla gioia e dall'emozione che leggo negli occhi di Lady Hawke, profondamente impressionata da questo straordinario contesto naturale, che oggi  lunedì 12 marzo abbiamo l'onore di vivere in assoluta solitudine, la stessa Castelluccio presto raggiunta risulta animata solo grazie all'apertura di un bar, unica struttura oggi attiva all'interno dell'immobile paese

 

 

 

 

       

 

 

Comunque soddisfatti nonostante il poco tempo a disposizione che possiamo dedicare all'ammirazione del regno della regina sibilla, ridiscendiamo velocemente  verso Norcia dove una pausa caffè permette a Lady Hawke di completare il percorso  emozionale odierno osservando compiaciuta il piccolo ma straordinariamente suggestivo centro storico della cittadina;  giunge infine il momento del rientro affidato alla veloce scorrevolezza della superstrada che superato il lago Trasimeno si immette nell'autostrada del sole.

 

NORCIA

 

 

Con negli occhi ma soprattutto nel cuore tutto ciò che abbiamo potuto osservare ed apprezzare in questi giorni superiamo velocemente il tratto di strada che ci separa da casa; terminiamo più ricchi un viaggio pronti ad iniziarne un altro che ci renderà ancora più ricchi.

 

Un ringraziamento va ai fantastici Falchi che ogni anno affrontano insieme a me i rigori dell'inverno, percorrendo queste estreme lande in cerca di nuove emozioni, emozioni che ogni anno immancabilmente si rinnovano e che non possono che farmi chiudere questo report che con un "arrivederci al 2013"

 


I FALCHI 2012

Freevax & Lady Hawke - Zavi - Loris Trepalle - Saro77 - Ringhio - Lupo Solitario - LucaVFR