Urbino Montefeltro & Castelli delle Marche: 03 Corinaldo notturno

 

 

       

CORINALDO

Impiego un po' del rimanente tempo a disposizione prima del tramonto per individuare il ricovero per la notte, vorrei avere modo di osservare le medievali mura avvampare al cospetto degli ultimi raggi del sole, prima che la notte ne rivendichi il possesso e le luci artificiali ne modifichino radicalmente la fisionomia.

Dopo avere inutilmente girellato intorno alle mura cittadine ridiscendo il colle da loro dominato per trovare alloggio presso un dignitoso albergo poco più a valle, il tempo di una doccia e la nera Multistrada risale veloce il dolce pendio che mi separa dal paese, fotograficamente ben attrezzato e rilassato in un abbigliamento finalmente più consono alla calura estiva mi preparo alla veloce esplorazione del borgo immerso nel tramonto; prima della suggestiva visita in notturna ci sarà tempo per una rilassante cena.

Le vie del Tramonto

           

           

           

           

Passeggiare in una poco animata Corinaldo in questa serata piacevolmente estiva osservando le ombre risalire inarrestabili le antiche verticali risulta decisamente rilassante, alla rilassatezza si sovrappone però anche un deciso senso di fame che, vista la scarsa quantità di cibo ingerita durante la giornata, appare assolutamente giustificato come assolutamente da soddisfare.

Letteralmente situato "dentro" le mura di Corinaldo tocca al già conosciuto ristorante pizzeria I 9 Tarocchi soddisfare le mie esigenze gastronomiche, nonostante il cambio di gestione (sono passati alcuni anni dalla mia ultima visita) la qualità dei prodotti serviti rimane soddisfacente.

Termino la cena poco dopo la totale venuta della oscurità, praticamente nel momento in cui il locale si riempie completamente, cavalletto in spalla e reflex al collo mi avvio verso le notturne suggestioni

       

Le vie della notte

           

       

           

       

In questa serata relativamente animata, le attività umane si concentrano prevalentemente nei vari locali, mi godo la tranquilla atmosfera che permea le vie dell'antico centro; oltre alla suggestione regalata dalla illuminazione artificiale in costante lotta con le incombenti ombre della notte, è probabilmente questo respirabile senso di pace che avvolge il mondo nelle ore immediatamente successive al tramonto che mi spinge a programmare costantemente visite notturne ad antiche città, il tutto unito ad un ammaliante senso di personale dominio su di un abitato praticamente deserto che sembra esistere solo per mia esclusiva volontà e piacere.

 

       

           

           

 

Indugio per qualche tempo davanti al bar subito fuori delle mura apprezzando, bottiglia di birra in mano, il piacevole sound di un gruppo rock che si esibisce per la gioia degli avventori e godendomi il senso di pace e di tranquillità che stasera qui si respira; sorrido soddisfatto tra me e me guardando la bottiglia ormai vuota, ancora qualche canzone e sarà tempo di tornare verso valle per dedicare alla note qualche ora di sonno. Domani sarà ancora tempo di viaggiare.