Mantova & Sabbioneta

 

   

 

Palazzo Ducale: Piazza Santa Barbara

 

       

 

Piazza santa Barbara e la successiva piazza Castello dimostrano in modo inequivocabile la complessitą e la straordinarietą del complesso architettonico che lega il Palazzo Ducale al Castello, la tranquilla solitudine che ci accompagna nella esplorazione aumenta invece la suggestione, visitare localitą turistiche fuori stagione ha decisamente il suo perchč......

 

           

 

Palazzo Ducale: Piazza Castello

 

 

 

Il castello di San Giorgio

 

       

 

Il percorso ci porta da Piazza Castello al cospetto del quattrocentesco Castello di san Giorgio edificato per volere dei Gonzaga a simbolo della potenza e del lustro della famiglia, oltre a compiti di difesa ed avvistamento il Palazzo risulta utile (come spesso accadeva al tempo) come rifugio in caso di rivolte popolari o colpi di stato.

Le sale meravigliosamente affrescate dal sapiente lavoro del Mantegna trovano la consacrazione nella celebre Camera degli Sposi da molti identificata come "la camera pił bella del mondo"

 

               

 

       

 

               

 

Il sole, mai completamente sgargiante, illumina questo ammaliante complesso architettonico qui dominato dalla sagoma del castello, alle nostre spalle emergono dalle nebbie le placide acque di uno dei tre laghi che abbracciano la cittą e rendono Mantova ancora pił unica nel suo genere e assolutamente irresistibile dal punto di vista storico artistico ma anche da quello paesaggistico.

Peccato che la persistente velatura nebbiosa ci impedisca di godere della vista del profilo di Mantova che si specchia sulla immobile superficie lacustre.

 

 

       

 

   

 

           

 

Lungolago Mantegna

 

       

 

           

 

                   

 

           

 

               

 

Il pomeriggio volge decisamente al termine e prima che la nebbia torni di nuovo padrona di questo inestimabile patrimonio della Umanitą iniziamo quel percorso di ritorno che ci consentirą di osservare di i monumenti della cittą sotto una luce decisamente diversa anche se non necessariamente pił accattivante.  

 

       

 

360°

 

 

Il Duomo (secondo passaggio con interni)

 

       

 

               

 

 

 

       

 

               

 

   

 

           

 

           

           

 

       

 

 

Un ultimo sguardo a quella rete di canali che contribuisce, insieme a mille altre attrattive, a far diventare Mantova quella straordinaria ed unica cittą tanto da essere riconosciuta dall'UNESCO come Patrimonio dell'umanitą, ed iniziamo la parte finale del nostro cammino a ritroso attraversando il parco che protegge il Palazzo Te adesso ben pił visibile di quanto non lo fosse stato nel primo mattino.

 

           

 

Uno sguardo al suggestivo palazzo prima che la premurosa nebbia lo accolga di nuovo tra le sue umide braccia, approfittando del progressivo indebolimento di un pallido sole invernale ormai prossimo al precoce tramonto.

PALAZZO TE

 

 

 

 

Mentre la nebbia, lentamente ma progressivamente, chiude il sipario sullo spettacolo piacevolmente goduto passeggiando per questa italica gemma decidiamo di tentare una veloce sortita prima di rientrare alla nostra locanda per la cena e per il meritato riposo notturno, con una visibilitą sempre pił difficoltosa raggiungiamo quella "compagna" di Mantova normalmente associata durante le visite turistiche e che anche l'UNESCO ha visto bene di abbinare alla cittą dei Gonzaga nella salvaguardia del patrimonio: Sabbioneta