907 mt slm (FIRENZE)

 

"Purtroppo il sabato e la domenica il Passo del Muraglione e' invivibile troppi smanettoni..." sono queste le parole che, stranamente, mi frullano per la testa non appena esco dall'ufficio, reminiscenza di un commento fatto da un amico qualche giorno fa'! Ed nel momento in cui infilo le chiavi nel quadro che l'idea prende corpo, sono le 19.00 vero ma anche vero che sono i primi giorni di luglio e le giornate sono ancora lunghe, chiss come e' il tramonto visto dal passo???? Indosso il giubbotto mentre il Multi scalda il motore, il ciock della prima marcia e il dado e' tratto si v, il caldo estivo e il traffico del rientro a casa mi accompagna per un bel po' mentre percorro il Valdarno fino a Pontassieve, ci sarebbero alternative pi gustose ma il tempo stasera e' mio nemico, il sole e' lo smanettone che sale velocemente le pendici dei monti  incurante dei mie desideri , scomparendo poi nel rosa del cielo al crepuscolo.

Arrivo a Dicomano e' il traffico comincia a diminuire, fuori dal paese si inizia a ondeggiare e la strada mostra la prima leggera pendenza, e' un aperitivo che mi gusto fino alle case di S. Godenzo da dove inizia la vera salita al passo. Il sole ha gia' abbandonato le valle ma ancora illumina le pendici dei monti , e' veloce ma sono sicuro che una birra in compagnia al bar del passo non la disdegnera'.

 

       

 

       

 

Inizia la "Sinfonia", il motore borbotta vigoroso sotto di me mentre la moto asseconda docile e quasi dotata di propria volonta' il ritmo imposto dal nastro d'asfalto, il pulsare del desmo lo fa' sentire vivo ma non gli permetto di urlare, sfrutto il tiro vigoroso quasi ribelle mentre le curve si fanno sempre piu' divertenti, e il cambio smorza ogni velleita' rabbiosa del Multistrada.

 

           

 

Ho preso il ritmo, ci siamo, ormai e' vibrazione unica, motore con anima, e siamo uniti mentre "indossiamo" le curve, una dopo l'altra in una estasiante danza, il sole sempre s' in alto appare ora piu' vicino, intorno a me la natura inizia a colorarsi di tenebra e l'aria si fa' piu' fresca, la solitudine fa' da colonna sonora alla mia risalita. Percorro le ultime curve che una recente asfaltatura ha reso simili ad una pista ed arrivo in cima, il posto e' deserto ed il sole e' li che mi attende prima di lasciare il posto alla notte, per un ultima birra in compagnia....................................