1296 mt slm (AREZZO)

 

E' attraverso il passo della Crocina, che dal Valdarno porta in Casentino, che scendo fino a Rassina da dove inizia il mio veloce attraversamento della storica valle alla volta del passo della Calla.

La valle e' costellata di castelli e borghi, memoria di un importante passato medievale, da qui inoltre si accede facilmente a due dei piu' importanti Eremi della toscana: La Verna e Camaldoli.

La prima sosta e' davanti alla pieve di Socana da dove poi proseguo per Poppi.

 

           

 

Poppi con il castello dei Conti Guidi e' forse il piu' importante centro del Casentino per testimonianze storiche, inserito di diritto nell'elenco dei  borghi piu' belli d'italia

 

       

Dopo Poppi si percorre la celebre piana di Campaldino dove si svolse la battaglia che vide protagonista anche un giovane Dante Alighieri

 

L'11 giugno 1289 nella battaglia di Campaldino, alla quale partecip˛ anche Dante, i guelfi fiorentini ed i loro alleati, agli ordini di Amerigo di Narbona, misero in rotta i ghibellini di Arezzo, guidati dal podestÓ Guido Novello.
Nella battaglia si distinse Corso Donati, mentre caddero molti comandanti ghibellini, tra i quali il vescovo Guglielmo degli Ubertini e Buonconte da Montefeltro, protagonista del V canto del Purgatorio.
Con la vittoria di Campaldino ebbe inizio l'egemonia guelfa di Firenze sulla Toscana.
 

A Pratovecchio una nuova deviazione mi porta a visitare la Pieve di Romena, sopra la quale si erge l'omonimo castello purtroppo chiuso al pubblico per lavori.

       

 


SCOPRI IL CASENTINO NEL REPORT:

 


 

 Stia, ultimo centro abitato della valle del Casentino, e' la parte di accesso al cuore del parco del monte Falterona e alle sue verdi foreste.

 

           

 

La strada , immersa in una magica atmosfera, si snoda tra i chiaroscuri delle fronde degli alberi in un entusiasmante sussegurisi di curve e di larghi tornanti che sembrano disegnati con il compasso.

 

       

 

 Oltre il passo si arriva fino a Campigna dove si puo' sostare per rifocillarsi all' Alpen Bar , meta obbligata per i motociclisti che affrontano la Calla.