Il mondo del motociclismo e' un universo di splendide emozioni che non cesserÓ mai di stupire

VENERDI 14 APRILE 2006

Ne parlavamo da tempo ma la decisione finale e' arrivata tardi, il raduno "Primavera Toscana", svoltosi lo scorso anno nei primi giorni d'Aprile sotto un diluvio durato tre giorni, si sarebbe ripetuto e il lungo fine settimana Pasquale risultava perfetto.

La notizia viene divulgata  solo tra gli amici ed il forum "Multistrada" e "Freevax " , la paura di un adesione troppo nutrita ci fa' limitare gli inviti,

ed' e' cosi' quindi che nella serata di venerdi 14 Aprile i primi partecipanti arrivano al Girasole Club e prendono possesso del loro Bungalow.

 

       

 

Silvestro "Multigatto" e Giovanna insieme alla loro figlia Grazia ed al suo ragazzo Francesco "Multifrank82" tutti motorizzati Ducati Multistrada 1000S arrivano da Agropoli in provincia di Salerno, affamati quanto basta da non sentire la stanchezza del viaggio si dichiarano piu' che disponibili a raggiungre Firenze per la cena ed una veloce escursione notturna nella citta' Medicea, sistemato anche l'ultimo arrivo previsto per il venerdi, Paolo "Pbuccia" da Roma (sempre su Multistrada 1000), raggiungiamo in auto il ristorante fiorentino dove Marcello "Zav" su KTM LC8 990 adv , colonna della organizzazione del raduno, ci attende impaziente di conoscere i nuovi arrivati e di...... mangiare.

La cena si svolge tranquilla, lentamente impariamo a conoscersi scambiando le prime battute e la sintonia cresce progressivamente, il cibo offerto dalla

Trattoria Ruggero    Via Senese 89 r  Firenze  055 220542
e' ottimo ed abbondante, un antipasto toscano seguito da un trittico di primi piatti , pappa al pomodoro, zuppa di ortiche e spaghetti alla carrettiera, placano i morsi della fame ad un prezzo decisamente ottimale,

 il tutto naturalmente innaffiato da un buon vino rosso della casa.

Un veloce sguardo sulla splendida Firenze notturna dal Piazzale Michelangelo,

e la giornata si conclude con il meritato riposo nei Bungalow del camping.

    SABATO 15 APRILE 2006       

Sabato mattina  gli arrivi di Elpidio "Elpis" da Campobasso e Mario "Marietto77" e Arianna da Pisa,

tutti su Ducati Multistrada 1000 completano il quadro dei partecipanti,

sistemati nei loro rispettivi bungalow ci prepariamo alla partenza, poche nuvole oscurano un sole che campeggia su un cielo azzurro.

           

       

Direzione Greve superiamo il breve ma divertente passo del Sugame, tortuoso preludio alla giornata, poco fuori della citta' Chiantigiana una breve sosta ci permettere di farci raggiungere dal resto del gruppo toscano, Massimo "Baffyno"  su BMW GS 1150, Cristiano "Diesel71" in compagnia di Annalisa su Ducati Multistrada 1000 e  "Pedro" su Yamaha Fazer 1000 in una breve apparizione, completano il gruppo che intanto aumenta l'affiatamento,

complice un giubbotto apertosi in modo decisamente atipico.

UOMINI ( E DONNE) E MOTO

                   

           

                   

Lasciamo Greve per Castellina In chianti scaldando le gomme sulla 222 per poi percorrere la 429 alla volta di Poggibonsi, l'ormai mitico percorso spesso denominato "l'universita' della moto" non tradisce le aspettative, le moto "indossano" la strada mentre intorno a noi le verdi colline del chianti si crogiolano al tiepido sole primaverile, entrati in "sintonia con la tortuosa via raggiungiamo ad un ritmo costante la cittadina di Poggibonsi.

    SULLE STRADE VERSO SAN GIMIGNANO E VOLTERRA   

               

Breve sosta pere scambiare alcune battute e il gruppo raggiunge una San gimignano assediata dai turisti incapace di fermarci, ancora curve, e  di ottimo livello, per raggiungere la citta' di Volterra, in un fantastico tratto di strada troppe volte aggredito in modo incivile da chi non e' in grado di comprendere la vera essenza del motociclismo scatenando le ire delle forze dell' ordine che a volte non trovano il giusto bersaglio.

VOLTERRA

           

Nuova sosta all'ingresso della citta' di Volterra dove le precedenti avvisaglie dei partecipanti diventano concrete, e' ora di pranzo e le celeberrime vaste caverne che i motociclisti si ostinano a chiamare stomaci necessitano di essere riempite, timidi segnali di delusione appaiono sui volti dei partecipanti in risposta ad una nostra indecisione sulle modalita' di esecuzione dl pranzo, poi individuate un gruppo di panchine ombreggiate con relativo panorama sulle colline metallifere, lo staff Toscano apre quei bauletti che tanti interrogativi avevano scatenato (chissa' perche' se li portano appresso???) e a seguito di una tovaglia che va a ricoprire una panchina appaiono due taglieri, piatti, coltelli, salviette per le mani,bicchieri, acqua,

chiudono il gruppo le vettovaglie DOC fornite dal macellaio di fiducia che si adagiano lussuriose sulla tovaglia

PIC NIC VOLTERRANO OFFERTO DALLO STAFF TOSCANO

               

               

Salame, finocchiona, salsicce di cinghiale, tre tipi di formaggi e due chili di pane fanno la loro breve apparizione in questo sabato di pasqua, due bottiglie di vino Chianti praticamente alla stessa velocita' appaiono e scompaiono dalla scena, l'aria adesso e' decisamente piu' calda cosi' come l'atmosfera del gruppo dei partecipanti sempre piu' in sintonia. 

           

           

           

Veloce caffe' alle porte di Volterra prima di riprendere il cammino, anche in questo caso una intensa affluenza turistica ci sconsiglia la visita alla citta', raggiungiamo quindi sui lenti tornanti Saline di Volterra, intorno a noi il verde delle colline e' punteggiato del giallo e bianco colore dei piccoli fiori primaverili,

le dolci ondulazioni si rivelano un ottimo digestivo.

COLLINE METALLIFERE

                   

Da Saline deviamo verso Pomarance e le colline Metallifere, Raggiungeremo Larderello attraverso un paesaggio a tratti dolce ed a tratti aspro e quasi infernale soprattutto nel  tratto dove i soffioni boraciferi tipici della zona immettono nell'aria i vapori solforosi, luccicanti serpenti di metallo percorrono la campagna in illogiche evoluzioni scavalcando spesso la strada in impetuosi lanci, il vapore naturale cosi' imbrigliato raggiunge la centrale geotermica di Ladrerello.

                   

La sorveglianza delle forze dell'ordine e' decisamente marcata, alcuni gruppi di motociclisti particolarmente irruenti sostano con espressione contrita davanti ad un macchina della polizia, il nostro passo turistico ci fa' invece proseguire indisturbati nell'attraversamento delle colline metallifere.

Poco prima di Massa Marittima ripieghiamo verso est deviando dal percorso previsto, siamo in ritardo sulla tabella di marcia

destineremo la parte mancante del tour alla giornata pasquale.

ABBAZIA DI SAN GALGANO

           

Sostiamo alla suggestiva abbazia di san Galgano per una breve visita, poi godendosi le fantastiche paraboliche del tratto Frosini - Montarrenti , uno di quei tratti di strada che dovrebbero essere proibito ai mezzi con ...piu' di quattro ruote, raggiungiamo Siena, la circonvallazione ci immette poi sulla Siena bettolle, grazie ad una deviazione su Monteaperti percorriamo infine la 429, tortuosa via immersa nel verde tipico del chianti, con l'aria tinteggiata di rosso dal tramonto ormai imminente arriviamo al luogo prenotato per la cena, il simpatico oste della locanda deciso ammiratore dei mezzi a due ruote (preferibilmente di borgo panigale) ci accoglie con un sorriso e ci fa' accomodare al tavolo a noi riservato.

Stanchi ma appagati dalla giornata appena trascorsa il gruppo sempre piu' affiatato ed affamato discorre rumoroso,

mentre i piatti sapientemente preparati raggiungono il nostro desco.

CENA AL RISTORANTE

 

Antipasto al tagliere Toscano

Pici al sugo Chiantigiano

Scottiglia

Dolce

caffe'

vino della casa

 

Il gruppo di amici, grazie forse anche al numero ridotto, ormai ha raggiunto un affiatamento quasi impensabile poche ore prima, in una atmosfera quasi famigliare la serata si avvia alla conclusione, Marcello siglerÓ la fine della intensa giornata accompagnando il gruppo al campeggio per la notte.

La sensazione di essere in vacanza come il resto del gruppo ha accompagnato i Toscani per tutto il giorno grazie alla incredibile simpatia degli altri motociclisti, gli ultimi brividi percorrono la schiena mentre sorrido sotto il casco nel breve precorso che ci separa dal casa, domani sara' ancora fucina di emozioni.

 

vai al report della

 

DOMENICA DI PASQUA

Le foto dei report sono state realizzate da

Gabriele "freevax" Ducati Multistrada 1000

Marcello "Zav" KTM LC8 990 Adv

Annalisa (Cristiano "Diesel71")  Ducati Multistrada 1000

 

scopri programma ed iscritti