Spagna - i pirenei e la costa nord Andorra - cantabria - Paesi baschi picos d'europa

8° GIORNO   Base Liandres:     Picos D'Europa

 

La sveglia elettrizza presto l'aria di questa assolata, ma piacevolmente fresca, giornata di agosto, il nostro programma prevede infatti la visita di una importante catena montuosa situata a cavallo tra Cantabria Asturie e Leon e dichiarata imperdibile da tutti i nostri canali informativi: i Picos d'Europa

Ormai tipica la pioggerellina notturna che subito all'alba lascia spazio al cielo azzurro e che permette all'aria di restare tersa e frizzante, condizione decisamente opposta a quella che attanaglia quasi tutta l'Europa del centro sud colpita da una impressionante ondata di caldo che non concede scampo nemmeno sulle più alte vette montane o nelle foreste del centro Europa e che sarà ricordata come una delle più torride estati del secolo appena trascorso.

               

La partenza antelucana dovrebbe, nelle nostre intenzioni, permetterci di raggiungere Fuente De nel cuore dei monti da dove parte la funivia per il Mirador de cable eccezionale punto panoramico sulle vette dei Picos, purtroppo rallentati da un contesto panoramico accattivante raggiungeremo la nostra meta troppo tardi per non restare soggetti alla infinta coda che esiste tra noi e il Mirador, solo per fare il biglietto occorrono almeno un paio di ore, un rapido calcolo sulla frequenza della chiamata alla cabinovia in base al numero riportato sul biglietto porta l'attesa ad un totale di 5 ore.....

       

Un caffè e siamo di nuovo in strada, impossibile sprecare tanto tempo e rinunciare cosi a percorrere le strade che si snodano intorno ai Picos; ritorniamo verso Potes, dato che Funte De è il capolinea di una vallata senza sfondo, per poi proseguire verso ovest attraverso il valico di Puerto s. Glorio e il bellissimo panorama offerto dalla catena montuosa, lo scarso traffico incontrato aumenta la suggestione ed il divertimento.

 

   

Puerto de S. GLORIO  1609 mt

       

Dopo il valico effettuiamo una breve sosta per soddisfare la fame e la sete, Posada de Valdeon oltre a sfamarci potrebbe anche riempire i serbatoio delle nostre moto ma, sottovalutando il problema, proseguiamo oltre senza rabbocco, mossa che rischierà di costarci molto cara....

Non e' mai stato chiaro se la deviazione imboccata subito dopo il piccolo gruppo di case sia stata volontaria oppure frutto di un errore di direzione, certo 'e che invece di proseguire verso la costa ci infiliamo in uno strettissimo tracciato che ci porterà fin nel cuore dei Picos, in un ampio anfiteatro naturale affollatissimo da turisti che sembra impossibile possano avere tutti percorso la stessa nostra stradina dove anche due moto faticavano a scambiarsi.

       

               

Ampiamente soddisfatti per la deviazione imprevista torniamo sui nostri passi al cospetto di una rigogliosa vegetazione e di un cielo azzurro entrambi figli del clima tipico di queste zone del nord Iberico.

Puerto del PONTON  1290 mt

 

Ci rendiamo conto poco dopo dell'errore da principianti che ha fatto si che non riempissimo i serbatoi, il prossimo centro abitato in grado di garantire un rifornimento alle nostre assetate moto e' più lontano della teorica autonomia residua, non resta che spegnere i motori e sfruttare la gravità che attira verso valle le pesanti moto, avvolti da un silenzio poco normale durante la marcia scendiamo con il soffio del vento nei caschi verso Cangas che raggiungeremo alternando discese a motori spenti a tratti con gas appena aperto.

Al distributore il serbatoio della mia Navigator progettato per contenere 20 lt di carburante ne richiederà 19,8.

Tranquillizzati, continuiamo il nostro viaggio intorno ai Picos tornando verso est per poi terminare la corsa al nostro Hostal dove per cena ci attende una straordinaria grigliata di gamberoni .


Santillana Del Mar Cantabria