Molise raid 2010 - Campobasso

 

 

Un breve senso di tristezza mi attraversa mentre iniziamo la nostra escursione notturna per le vie di Campobasso ampiamente rifocillati dalla cena appena consumata, il sapore primaverile dell'aria e i capannelli di giovani che movimentano questa serata di fine settimana richiamano alla mente immagini relative ad una similare serata vissuta quasi esattamente un anno fa.

Fu al termine della due giorni dedicata ai falchi dei sibillini nel 2009 che riuscimmo a trascorrere una meravigliosa serata in quella fiera cittadina capoluogo e simbolo del Abruzzo che pochi giorni dopo fu devastata da un impressionante terremoto, il ricordo di quella serata resterÓ per sempre impresso nella mia mente non solo per i tragici fatti che ne seguirono.

 

           
 
           
 
       

I vicoli del centro storico della cittÓ fondata dai longobardi, ovviamente deserti, costituiscono uno straordinario set per le nostre velleitÓ fotografiche, una lunga passeggiata in amabile conversazione  che risale il pendio del colle dominato dal castello di Monforte termina al cospetto delle chiese di San Bartolomeo datata 1371 e San Giorgio, La pi¨ antica di Campobasso, risalente al XII secolo unite da una tortuosa scalinata affacciata sulla parte nuova della cittÓ che solo per le luci notturne pu˛ costituire motivo di osservazione.

 
           
 
       
 
           
 
           
 
   
 
   
 
 

 

       

 

       

 

       

 

Il breve lasso di tempo che mi separa dall'alba dedicato al sonno, e sono di nuovo qua nella mia classica esplorazione delle cittadine appena risvegliate dalla dolce carezza dei raggi del sole al mattino, brevissima stavolta escursione, prima che gli amici siano pronti alla partenza, che mi concede solo poche immagini di Campobasso e senza la possibilitÓ di passeggiare per le antiche strade, ma come si suol dire: meglio di nulla.......

 

 

 

ALBA