Avidamente i tuoi sensi cercano di catturare il significato di quanto ti circonda, alleati con la moderna tecnologia si illudono di imbrigliare lo splendore, di svelare la magia,, di incatenarla ad degli inutili pixel, sorridi piccolo, limitato uomo tra le aspre vette che sfidano il cielo mentre il verde splendente ai loro piedi ne celebra la maestosità.

Una volta a casa frugando tra i ricordi e guardando un album di fotografie scoprirai che neanche stavolta sei riuscito a carpire il segreto, le emozioni che hai vissuto, che ti hanno attraversato non sei riuscito a catturarle, di nuovo, non potrai far altro che tornare! 

 


Mattinieri affrontiamo la solennità dolomitica, l'aria frizzante invade i nostri polmoni mentre i bicilindrici salgono decisi sui tornanti.

 

       

Passo SELLA 2240 mt 

       

           

Il sole si arrampica lento nell'azzurro cielo, i giochi di ombre tra le cime ardite creano emozionanti suggestioni che il freddo obbiettivo della digitale tenta invano di catturare.

 

       

       

Come bambini ad un luna park affrontiamo il susseguirsi delle curve e dei passi con la infantile contentezza di chi scende da una giostra per salire su di un altra

Passo PORDOI 2239 mt

       

       

           

    Ogni sosta e' un momento unico ed irripetibile, vorresti non ripartire piu' ma, allo stesso tempo non vedi l'ora di saltare di nuovo in sella, scoprire cosa c'è oltre.....

           

Passo FALZAREGO 2105 mt

       

Ogni barlume di razionalita' sembra sparire di fronte ad un tale susseguirsi di emozioni, silenziosamente ci inchiniamo di fronte a tanta maestosità

 

       

discesa verso la elitaria Cortina.....

           

           

Vorresti fissare nella mente in maniera nitida ogni momento, congelare un istante per l' eternità perchè non sarà mai più come adesso

       

La splendida Cortina non riesce ad ammaliarci stavolta , altrove si trovano le emozioni......

           

Passo TRE CROCI 1809 mt

       

           

    IL LAGO DI MISURINA 

       

Acque blu cobalto che riflettono l'azzurro del cielo, vanitose le tre cime di Lavaredo vi si specchiano

       

               

Passo CIMABANCHE 1530 mt

           

Intorno al monte Cristallo

           

Il Lago GHEDINA

           

       

Passo GIAU 2236 mt

           

       

       

Amici indigeni di Marcello ci raggiungono sul passo Giau, la simpatia di chi, al primo incontro, ti sembra di conoscere da sempre e' una ulteriore inaspettata emozione che metti in carniere

 

           

           

la discesa verso valle e' il suggestivo preludio al ristoro che, oltre le cime all'orizzonte,ci attende

           

       

       

       

Forcella STAULANZA 1773 mt

           

 

Veloce passaggio sull 'ultimo ostacolo che ci separa dal meritato pranzo, complice la bellezza impareggiabile dei suoi predecessori,

 il passo Staulanza non riesce a fermare la nostra corsa.

 

           

           

Quanto promesso dagli amici Veneti e' pienamente mantenuto, qualita' e quantita' sono un ottimo biglietto da visita

per questo particolare ristorante a menu fisso nella valle di Zoldo

 

       

 

               

Ristorante tipico L'INSONNIA Forno di zoldo (BL) 0437\787243

               

Passo DURAN 1605 mt

       

Forcella FRANCHE 992 mt
Passo CEREDA 1369 mt

           

Soddisfatti nello spirito e nella carne affrontiamo gli ultimi passi che ci separano dalla strada del rientro, poche le emozioni riservateci,

un velo di tristezza ci avvolge, il momento dei saluti e' oramai imminente

 

           

 

Le fortificazioni della Grande guerra ci scortano sugli ultimi tornanti, ci attendono code, caldo, strade rettilinee, nessuna emozione,

negli occhi le immagini dei superbi picchi immersi nell'azzurro che ci accompagneranno per lungo tempo, sovrapponendosi al triste grigiore dell'autostrada.

 

           

 


Il nostro viaggio e' iniziato da qui:   


"Freevax" Ducati Multistrada 1000DS

"ZAV" KTM LC8 990 ADV

Luca & Morena Honda VFR 800