E' il sogno di ogni turista: un ponte festivo baciato dal sole senza l'affollamento tipico dei mesi piu' caldi dell'anno,  ed e' proprio scommettendo su un ponte poco propenso alle buone condizioni atmosferiche che le suddette condizioni trovano conferma, la fortuna che aiuta gli audaci....

Dopo avere percorso circa 500 km in trasferimento autostradale raggiungiamo Agropoli, meta principale e campo base della nostra vacanza, in una tiepida ed assolata giornata di fine ottobre poco tipicamente autunnale, solo alcune nebbie velano il paesaggio tra il basso Lazio e la parte nord della Campania. I nostri amici indigeni Silvestro e Francesco ci attendono fuori Agropoli per guidarci, sbrigati i convenevoli, fino al nostro alloggio nel centro della cittadina marittima.

Sistemati i bagagli decidiamo di dedicare il poco tempo a disposizione prima del calare del sole alla visita del celebre parco Archeologico di Paestum

 

       

       

       

La chiusura , forse un po' troppo anticipata, del sito a causa dell'orario invernale non ci permette una visita approfondita, solo dall'esterno possiamo apprezzare la vista dei millenari templi

 

       

       

  

       

       

Una deviazione sulla strada del ritorno ci conduce fino alla Madonna di Loreto, santuario dal quale si puo' osservare la sottostante piana del Sele e poco pił in lontananza la scura presenza del mare Tirreno.

 

   

       

       

Una gustosa cena a base di prodotti tipici Campani sui quali si impone decisa la bonta' della fresca mozzarella di bufala conclude la lunga giornata, il calore e la sincera simpatia dei nostri ospiti ci accompagna fino al meritato riposo.