DALLA VAL DI PENNES E L'OMONIMO PASSO A CHIUSA ATTRAVERSO IL RENON

 BREVE ESCURSIONE IN VALLE AURINA


Una leggera nebbia che il sole presto dirada ci da' il buongiorno,

consumata l'abbondante colazione ci dirigiamo verso Bressanone,

durante il tragitto ci godiamo in alcune soste le bellezze del passato che punteggiano la valle 

 

       

 

Il nostro viaggio prosegue verso Nord sulla SS12 del Brennero fino nei pressi di Vipiteno,

poco prima infatti deviamo verso il piccolo borgo di Pruno ed il suo castello,

 

 

attraversato il quale ci immettiamo sulla strada che porta al

 

PASSO DI PENNES 2214 mt

 

               

La salita si presenta divertente e soprattutto con un asfalto asciutto, immancabili le cascatelle che ai bordi della strada

portano a valle quanto precipitato nei giorni precedenti, il sole, seppure offuscato da qualche nuvola, brilla radioso

               

   

poco prima di raggiungere il passo la vegetazione si dirada come solitamente succede sopra i 200 mt,

 intorno a noi si distendono monti dai profili ondulati ben diversi dalle aguzze dentellature delle cime Dolomitiche.

        

       

Un freddo vento soffia imperioso sulle alture, l'abbigliamento invernale svolge il suo compito,

nuvole nere si ammassano minacciose su di noi mentre scendiamo lungo la val sarentina.

 

     Sarentino

 

Circa a 20 chilometri da Bolzano seguendo le indicazioni della cartine puntiamo ad est verso il Renon,

divertenti strade e graziosi piccoli centri urbani ci conducono di nuovo sulla statale del Brennero.

 

           

 

Poco prima di Barbiano sostiamo ad ammirare una piccola chiesa ed il panorama sui monti dello Sciliar di fronte a noi, scorgiamo con sorpresa cascate e piramidi di terra poco lontano

 

   

 

               

 

Percorriamo per pochi chilometri la SS12 verso nord, la piccola cittadina di Chiusa sembra meritare una visita

 

CHIUSA (KLAUSEN)

 

           

 

           

 

Prima di rientrare in Hotel tentiamo una vista alla Valle Aurina che si rivela poco interessante e molto caotica,

la sconsiderata deviazione permette alle nostre preoccupate nuvole di organizzare il solito comitato di ricevimento.

 

 

Rientriamo sotto l'žimmancabile pioggia.

 

 

FREEVAX -  Ducati Multistrada 1000 "Castalia"

 

17 Agosto 2006