DA BRUNICO ATTRAVERSO PASSO DELLE ERBE FINO A CHIUSA, DAL LAGO DI CAREZZA ED I PASSI NIGRA E COSTALUNGA OLTRE LA VALLE DI FASSA SUI PASSI SELLA E GARDENA

Pioggia, e' una fredda e battente pioggia quella che ci da' il buongiorno, in una atmosfera che ricorda  piu' una grigia giornata autunnale che il giorno prima di ferragosto.

Ottimisti fin nel profondo decidiamo comunque di metterci in viaggio, passare la giornata chiusi in Hotel e' una prospettiva a dir poco agghiacciante.

 

       

Percorriamo la val badia fino a san Martino dove una deviazione verso ovest ci permettera' di raggiungere Chiusa attraverso il Passo delle Erbe

       

PASSO DELLE ERBE 1987 MT

       

           

Il tracciato e' stretto ma ha tutta l'aria di essere molto divertente, pioggia e nebbia non permettono pero' di sfruttare al meglio le caratteristiche dei nostri due mezzi, la scarsa aderenza consiglia prudenza, meglio godersi a passo di parata l'atipico paesaggio.

       

Raggiunta la valle opposta nei pressi di Chiusa, su strada ormai poco emozionante Giove Pluvio sembra intenzionato a concederci beffardo una breve tregua.

 

       

 

Seguiamo verso sud il tracciato della SS12 fino a Prato all' Isarco, inizamo quindi la salita verso la catena montuosa del Catinaccio (Rosengarten) e il  Passo Nigra

 

           

 

    PASSO NIGRA 1630 mt

 

       

 Tra le dispettose nuvole si intravedono le solenni ed imperturbabili rocciose cime del Rosengarten

           

L'ennesimo diluvio ci accompagna durante la visita al lago di Carezza, il basso livello dell' acqua del lago mal si concilia con le secchiate di acqua che piovono sulle nostre teste.

 

           

 

Lasciamo il lago per raggiungere la valle attraverso il passo di Costalunga

 

PASSO COSTALUNGA 1752 mt

 

           

 

Da Pozza di Fassa raggiungiamo Canazei districandoci tra un lungo serpentone di auto, traffico che per fortuna, probabilmente spaventato dal meteo sfavorevole (paradossalmente le moto invece non si spaventano!!) non ci segue durante la salita al passo Sella

       

PASSO SELLA 2244 mt

       

Le atipiche condizioni atmosferiche creano un contesto incredibile, i colori risaltano in modo abbagliante, un brivido percorre la schiena quando, come un immenso sipario, le nuvole si aprono rivelando gli aguzzi picchi del gruppo del Sella adagiati su di uno sfondo di un blu intenso.

               

Poche le presenze umane sul passo, il timore per le condizioni atmosferiche scoraggia la salita di chi potrebbe farlo protetto da un abitacolo o aggredendo le curve,  la nostra mototuristica (spesso non compresa) vena di follia e' ancora una volta indice di intense e solitarie emozioni.

           

La veloce discesa e la successiva risalita ci introducono al cospetto di un freddo ma decisamente emozionante negli scorci paesaggistici passo Gardena.

 

           

 

PASSO GARDENA 2121 mt

 

           

Una calda cioccolata al rifugio sul passo ritempra la carne mentre lo spirito vola leggero incontro ai raggi di sole.

       

Infinita la serie di tornanti che dal passo scende fino a Corvara in Val Badia, il sole tenta intanto di farsi largo tra le spesse nuvole, ma perde la sua battaglia e la pioggia ci accompagna fedele fino all'Hotel.

           

       

Anche in questa situazione atmosferica poco edificante la natura riesce a regalare emozioni a chi sa' coglierle, dalla terrazza dell' albergo osserviamo rapiti il veloce passare delle nuvole sulla valle mentre il chiarore del giorno si spegne sempre piu' come il piccolo arcobaleno appena creato.

 

       

 

FREEVAX -  Ducati Multistrada 1000 "Castalia"

 

14 Agosto 2006