Itinerari Toscana - Il Chianti: ombre della notte

E' un Chianti diverso quello che inseguo in questa sera inizio ottobre, la pioggia ci ha bagnato per tutta la notte e al mattino il sole ha fugato le nubi con la complicità del vento.

Il cielo e' limpido, l'aria e' tersa come poche volte in vita mia avevo visto, e in più e' notte di luna piena!

Corro veloce, uscendo dal lavoro, a casa prendo la mia reflex e parto, in direzione tramonto, sulle morbide colline.

E' tardi, non arriverò in tempo , sull'altro versante per vedere il sole che se ne va', l'orizzonte e' già in fiamme, la notte si avvicina, tristemente la consapevolezza dl fallimento si fa' strada, ma e' allora che dallo specchietto retrovisore la vedo, bella come non mai, fulgida, bianca, in tutto il suo splendore, luna, splendida luna , compagna di questa serata che volge al termine!!

       

Mi fermo su una terrazza che domina la valle Valdarnese, la reflex in mano, ma stavolta voglio esagerare, voglio fare in modo che la luna diventi un secondo sole, voglio che le foto siano quasi irreali, piene di luce  si , ma luce irreale, aliena.

i tempi di esposizione si allungano, il cavalletto e lo scatto flessibile sono aiuti indispensabili, due automobilisti austriaci si fermano e escono con la loro macchina fotografica, ammaliati dalla splendida serata,poi quando riparto mi salutano con la dita a V

Ancora, al bivio di Badia a Coltibuono il Navy e' in posa, ormai le ombre della sera si allungano sempre di piu', ma la foto e' nitida!

Proseguo verso Radda in chianti e nuova sosta, il cielo e rosso.

Arrivo a Radda, la terrazza del paese domina la valle, e da li lo sguardo spazia sui pendii illuminati dalla luce notturna

 

 

       

Dal paese, prendo una strada poco frequentata che mi riportera' verso casa attraverso fattorie e filari di viti dei piu' nobili del chianti, un rapace notturno mi passa davanti disturbato dai miei fari.

Mi fermo vicino alla fattoria di Albola e li, in mezzo ai filari , scatto a piu' riprese, avvolto dall' aria tiepida della notte autunnale.

Colline in fiamme:

 

 

 

La moto si staglia sotto i cipressi in una strana luce,ma e' quando la luce del tramonto svanisce e la luna diventa l'unica fonte di luce che l'atmosfera diventa assolutamente magica.

Silenzio, la strada e' deserta, sono solo nel debole chiarore lunare, in compagnia di fiochi versi di animali notturni, padroni incontrasti della notte.

Ma il lattiginoso, debole, chiarore diventa fulgida luce!

       

Penetra tra i filari delle viti e proietta un ombra che l'occhio umano non riesce a cogliere,

Un ultima foto , controluna, prima di rientrare, prima di tornare nel mondo reale alla luce artificiale delle nostre citta'!