Itinerari Toscana - Il Chianti: Dal Castello di Volpaia al Passo del Sugame

   

 

 

Guardo fuori dalla finestra, il sole e' alto e debolmente riscalda questo mattino di meta' dicembre, mancano 5 giorni a natale e le temperature , negli ultimi 10 giorni sono scese spesso sotto lo zero.

Ormai e' deciso, si va', la mattina lavorativa trascorre veloce e alle 12.00 sono gia' in sella vestito di tutto punto pronto a raggiungere gli altri, salendo sulle colline dl chianti le deboli nebbie si diradano ed il sole scalda incredibilmente l'aria. Incontro gli altri impavidi Motociclcisti a Radda, veloci convenevoli e poi , spinti da un languorino allo stomaco percorriamo i pochi km che ci separano dal castello di Volpaia.

 

           

Arrivati sul posto ci accomodiamo per il pranzo, incredibilmente sui tavoli all'aperto dove la tiepida aria ci fa' dimenticare temporaneamente il calendario!

Il "veloce panino" ipotizzato si rasforma in una pantagruelica mangiata, complici le deliziose prelibatezze cha la proprietaria del bar ci deposita sul tavolo.

Affettati misti, bruschette a volonta' e formaggi con la strrepitosa mostarda di fichi vengono velocemente divorati, annaffiati da un ottimo vino della casa (Castello di Volpaia, che casa!!).

Le espressioni estasiate accompagnano le portate che si susseguono tra scherzi e battute in una meravigliosa atmosfera goliardica, nel silenzio ovattato del castello medievale.

 

 

       

Difficile spiegare a chi e' pazientemente rimasta a casa quello che stiamo provando, ma le compagne della nostra vita, complici della stessa passione nei periodi piu' caldi lo leggeranno sui nostri volti al rientro nel tepore di casa! 

E non potevano mancare loro, i mezzi tramite i quali esprimiamo il nostro modo di essere, il nostro modo di vivere, di sorridere, anche quando i km non sono molti, quando la meta e' dietro casa, quando ci ritroviamo tutti insieme, eterni fanciulli, a ridere ed a scherzare, nella spensieratezza assoluta!

"A VOLTE BASTA POCO..."

       

 

 

Un Babbo natale che si arrampica su una terrazza ci riporta bruscamente alla realtà, il sole si nasconde dietro le case e la temperatura comincia a scendere bruscamente.

Rimontiamo in sella e si parte alla volta di Greve in Chianti da dove, una volta arrivati , procediamo per il "mitico" passo del Sugame, impegnativa salita nel periodo invernale alla incredibile altezza di... 530 mt!!!!!

Il passo del SUGAME 530 mt

       

       

       

 

       

 

       

Ed eccoci qua', accanto alle nostre moto:

"Freevax"  Gabriele - Cagiva Navigator "Marchese"  Massimo - Honda VFR

 

"Comy jd"  Cosimo - Yamaha TDM "Benelli"  Luca - Guzzi California "Chicco"  Francesco - Honda VFR

Il tramonto incombe ed arriva il momento della separazione, percorriamo gli ultimi km assaporando i deboli raggi del sole che colorano di rosso le colline circostanti e poi ci dividiamo, ognuno verso la propria casa, con un sorriso sotto il casco che ci accompagnera' per tutta la settimana, in attesa di una nuova uscita tutti insieme, uniti da una "strana" passione!!!

Le ultime foto Rubate sulla strada del rientro

       

       

           

Gabriele "Freevax"  Cagiva Navigator 1000

20 dicembre 2003